Thailandia, l'allenatore chiede scusa ai genitori dei ragazzi

Corsa contro il tempo in Thailandia per il salvataggio dei ragazzi ancora intrappolati nella grotta di Tham Luang. Ieri è fallito il tentativo di aprire un cunicolo a 200 metri dal punto in cui si trovano i 12 giovani calciatori insieme all'allenatore 25enne. "Bisogna fare in fretta, perché l'ossigeno nella cava è sempre di meno e potrebbe iniziare a piovere di nuovo", avvertono le autorità. Intanto l'allenatore si è scusato con i genitori dei ragazzi. "I bambini stanno bene. Prometto che mi prenderò cura di loro nel miglior modo possibile", ha scritto in una lettera. Intanto è arrivato sul posto un ingegnere thailandese inviato dall'imprenditore statunitense Elon Musk, proprietario di Tesla. In serata sarà raggiunto da altri suoi tre colleghi.