«Tentativo di estorsione», l'avvocato Taormina parla della vicenda Pamela Prati e dei 60mila euro richiesti

Nell’ultima puntata di Live-Non è la D’Urso è andato in onda l’ennesimo episodio di Pratiful. Ospite di Barbara D’Urso, in collegamento esterno, anche l’ex avvocato di Pamela Prati, Carlo Taormina che ha fatto una rivelazione sulla ormai famosa richiesta di denaro pervenuta alla produzione del programma. La scorsa settimana, la conduttrice aveva spiegato che Pamela Prati non era in studio con lei perché aveva chiesto, tramite il suo ormai ex legale Irena Della Rocca, una cifra piuttosto alta. Barbara ha mostrato i messaggi ricevuti dal produttore di Live-Non è la D’Urso in cui si legge chiaramente la richiesta di soldi. Secondo l’avvocato Taormina, il contenuto di quei messaggi si configura come un’azione ben precisa: «Signori, questa ha un solo nome dal punto di vista giuridico. Questo è un tentativo di estorsione. Mi prendo la responsabilità di quello che dico». Insomma per Taormina, Pamela Prati e Irene della Rocca avrebbero commesso un reato.

Foto: Kikapress/EndemolShineItaly