Caterina Balivo, polemiche per il gay pride: l’organizzazione fa marcia indietro

Proprio all’inizio della dieci giorni milanese dedicata al Pride, si è abbattuta sull’organizzazione una valanga di polemiche. E il motivo ha un nome e cognome: Caterina Balivo. Nominata madrina della parata finale in programma sabato 29 giugno, la conduttrice è stata spodestata del suo ruolo dopo le critiche con cui la scelta è stata accolta. Di fronte alla sollevazione del popolo Lgbt, l’organizzazione della Pride Week ha così deciso di fare marcia indietro. In particolare, il disappunto sarebbe sorto per alcune frasi omofobe imputate alla stessa Balivo che ha accettato con rammarico la decisione. «Sono da sempre al fianco della comunità Lgbt», ha commentato il noto volto femminile di mamma Rai che mai avrebbe pensato di «scatenare delle reazioni così violente».

Crediti foto@kikapress