Roma, massacra di botte portantino all'Umberto I: caccia al nigeriano, era stato espulso

Il giudice dopo il processo per direttissima non lo spedisce in carcere, come richiesto dal pm. E l'uomo, 24 ore dopo, il primo giugno, sta già massacrando di botte un portantino, nella sala d'attesa del policlinico Umberto I a Roma. L'autore del violento pestaggio è Alukwe Okecku, un nigeriano, su cui pende un decreto di espulsione. Il 48enne è anche accusato di lesioni e violenza sessuale e adesso è latitante. 

Di Giuseppe Scarpa - Montaggio: Agenzia Toiati