Le mani della 'ndrangheta sull'eolico

La 'ndrangheta nel business dell'eolico. I carabinieri di Reggio Calabria hanno arrestato 13 persone, tra cui sei imprenditori, accusate a vario titolo di associazione di tipo mafioso, estorsione, illecita concorrenza con violenza o minaccia e danneggiamento, aggravati dal metodo mafioso, e altri reati. L'indagine ha accertato la sistematica infiltrazione delle cosche calabresi nei lavori per la realizzazione dei parchi eolici nelle province di Reggio,Catanzaro, Crotone e Vibo Valentia. Sotto sequestro sei imprese del valore di 42 milioni di euro.