Expo, Oxfam lancia campagna: un caffè sospeso contro povertà

Ogni anno nel mondo si consumano 500 miliardi di tazzine di caffè. Di queste ben 700 milioni vengono consumate ogni giorno in Europa. Eppure, nonostante questi numeri, ancora la maggior parte dei piccoli produttori di caffè nel Sud del mondo vive in povertà. Ecco perché con l’obiettivo di garantire migliori condizioni di vita e lavoro a coloro che per primi contribuiscono a portare il caffè nelle nostre case, Oxfam e International Coffee Organization (ICO), in collaborazione con Expo Milano 2015, Illy e Lavazza, lanciano la campagna di raccolta fondi Coffee4Change - Un caffè sospeso contro la povertà. Dal 1° al 31 ottobre, infatti, all’interno dell’Esposizione Universale e sul sito coffee4change.oxfam.org, sarà possibile effettuare una donazione libera a partire dall’equivalente del prezzo di un caffè o di un cappuccino, offrendo così un sostegno ai progetti di aiuto allo sviluppo che Oxfam realizza nel Sud del mondo. I fondi raccolti verranno infatti utilizzati per incrementare le capacità produttive e la sostenibilità della produzione del caffè in Repubblica Dominicana, Haiti, Honduras, Uganda, Timor Est e Papua Nuova Guinea, sostenendo i piccoli produttori nel processo di lavorazione e commercializzazione del caffè e migliorando quindi le condizioni di vita e di lavoro per loro e le loro comunità.