Robot sempre più umani, la camminata stupisce

Giunti flessibili e ad algoritmi che insegnano a prendere "consapevolezza" del proprio corpo meccanico. E' così che i robot del futuro saranno sempre più umani. A rivelarlo sono i test condotti nei laboratori di biorobotica del Politecnico di Losanna (Epfl). I passi che per noi sono naturali, per un macchina possono essere una sfida insuperabile. Per questo i ricercatori svizzeri stanno testando Coman, un robot umanoide senza testa, alto 95 cm, progettato proprio per imparare a muoversi con passi naturali. Per farlo ci sono nuovi algoritmi che dovrebbero insegnargli a mantenere l'equilibrio mentre si sposta. Altra particolarità sono i giunti fatti di elementi elastici.