Tragedia Como, un vicino di casa: «Lui era una persona riservata, dignitosa»

«Sapevo che vivevano con molta fatica. Lui era una persona riservata, dignitosa. Aveva chiesto aiuto anche a me, ma non era facile. Era un uomo molto gentile, riservata, dignitoso e non chiedeva aiuto apertamente». Lo ha detto Reza Naziri, 52 anni, vicino di casa iraniano, dove è avvenuta la tragedia.