Noemi, il fidanzato 17enne confessa l'omicidio

È crollato durante l'ultimo interrogatorio dei carabinieri. Il fidanzato 17enne di Noemi Durini ha confessato di aver ucciso la ragazza di 16 anni scomparsa il 3 settembre scorso. La studentessa era sparita da Specchia, in provincia di Lecce, senza soldi né cellulare. Il suo cadavere, su indicazione del ragazzo, è stato trovato nelle campagne di Castrignano del Capo, sempre nel Leccese, parzialmente nascosto da alcuni sassi. Alla notizia i genitori hanno avuto un malore. Qualche tempo fa la madre di Noemi aveva segnalato alla magistratura minorile il ragazzo a causa del suo comportamento violento. Nell'ambito dell'inchiesta anche il padre del minorenne risulta indagato.