Napoli, licenziato per avere rubato le caramelle

Perdere il lavoro per una manciata di caramelle. La Cassazione - condividendo la decisione della Corte d'Appello di Napoli - ha confermato il licenziamento per giusta causa di un dipendente di un supermercato per aver rubato meno di dieci euro di dolci dagli scaffali. L'uomo incastrato dall'allarme antitaccheggio. Il comportamento «fraudolento» - secondo la suprema Corte - ha minato in maniera irreversibile il rapporto fiduciario tra datore di lavoro e lavoratore.