Cicciano, la ballata del santo chiude i festeggiamenti di Sant'Antonio Abate

Con la "ballata del santo" si sono conclusi a Cicciano i festeggiamenti in onore di Sant'Antonio Abate, molto venerato nel centro del nolano. Tre giorni intensi di festeggiamenti per rinnovare le antiche tradizioni come la notte dei falò e delle tammorre; la benedizioni degli animali e i tre giri intorno alla chiesa dedicata al Santo insieme ai padroni ai quali è chiesto di recitare preghiere. L'asta per la vendita di tutti i beni ricevuti dai ciccianesi (cibo, quadri, piccoli animali) in devozione al santo. Poi la solenne processione, un momento di aggregazione per l'intera comunità. E al termine della processio e a chiusura dei festeggiamenti, prima di rientrare la statuta del santo in chiesta si è tenuta la tradizionale ballata tra spari di mortaretti e applausi in segno di riconoscenza verso il santo. Nello Fontanella